Sito responsive: Google ti premia!

Un sito responsive utilizza una tecnologia “intelligente” che gli permette di adattarsi in modo automatico al dispositivo con il quale è visualizzato che sia un tablet, ipad, smartphone, cellulare, web tv, riducendo al minimo la necessità per l’utente di ridimensionamento e scorrimento dei contenuti.

sito responsivePer intenderci, questo sito web utilizza la tecnologia responsive. Se lo state guardando da un pc provate a restringere orizzontalmente la finestra del browser, vedrete come le informazioni velocemente si sposteranno per adattarsi al nuovo campo visivo.

Quanto la fruizione dei contenuti di un sito è legata ad un’azione specifica come telefonare, fare una prenotazione, leggere commenti sui social network per farsi un’idea del prodotto o servizio è fondamentale avere una modalità responsive. Pensiamo per esempio ad un Ristorante, Agriturismo o ad un Bed and Breakfast.


Mentre più in generale i vantaggi che riguardano altre tipologie di settori riguardano la SEO e il modo eterogeneo con cui si utilizza la rete.

Le statistiche ci raccontano che oltre il 47% degli utenti italiani naviga da smartphone, oltre il 15% da tablet mentre incidono per il 20% le vendite effettuate tramite questi dispositivi. (Fonti: Audiweb e Osservatorio MIP 2014)

Basterebbe già questo per convincerci dell’importanza di avere un sito navigabile e fruibile da mobile, che si tratti di un layout responsive o di una versione pensata appositamente per questi device.

Ma è arrivata anche la dichiarazione di Google, che in un post ci comunica quanto segue:

“Starting April 21, we will be expanding our use of mobile-friendliness as a ranking signal. This change will affect mobile searches in all languages worldwide and will have a significant impact in our search results. Consequently, users will find it easier to get relevant, high quality search results that are optimized for their devices.”

A partire dal 21 Aprile 2015 un determinato fattore (se un sito sia o no mobile – friendly) andrà a influire sul ranking del sito stesso. Google spiega attraverso la sua guida per gli sviluppatori, di preferire la creazione di siti web responsive, cioè che possano adattarsi al device che l’utente sta utilizzando per la navigazione.

Quindi controllate il vostro sito e, se non è responsive e se non siete ancora convinti di rifarlo, fate qualche ricerca online più specifica inserendo nel campo di ricerca di Google le parole chiave ”google, siti responsive”, troverete tantissimo materiale utile per documentarvi.

Oppure contattateci e parliamo insieme di come rendere il vostro sito responsive!

2015-09-22T18:25:04+00:00