Siti web finanziati a imprese e negozi nei centri del sisma 2012

Vuoi aprire o hai già un’attività avviata in uno dei 30 centri storici del cratere del sisma del 2012?
Partecipa al bando per avere un contributo a fondo perduto pari al 70%, con importo massimo fino a 150 mila euro! Contattaci subito, il bando è già aperto e mette a disposizione 35 milioni di euro.

Leggi la Scheda di Sintesi:

BANDO Ripopolamento e rivitalizzazione dei centri storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012

A CHI SI RIVOLGE
Il bando si rivolge alle imprese, alle attività professionali, alle associazioni no profit, fondazioni no profit ed enti no profit

SCADENZA

1° finestra, dalle ore 10.00 del giorno 1° marzo 2019, alle ore 13.00 del giorno 28 giugno 2019. ACCOGLIMENTO MAX 400 DOMANDE
2° finestra, dalle ore 10.00 del giorno 13 settembre 2019, alle ore 13.00 del giorno 29 novembre 2019
3° finestra, dalle ore 10.00 del giorno 15 gennaio 2020, alle ore 13.00 del giorno 29 maggio 2020

PROGETTI AMMISSIBILI
I progetti devono prevedere interventi aventi ad oggetto l’insediamento e/o la riqualificazione, l’ammodernamento e/o l’ampliamento delle attività d’impresa, professionali e/o no profit, che prevedano l’accesso diretto al pubblico, in immobili localizzati nelle aree dei centri storici, delle frazioni e/o di altre aree dei comuni indicati nel bando, che abbiano come obiettivo prioritario quello di aumentare l’attrattività dei luoghi e l’aumento dei flussi di persone verso le aree stesse.
Possono partecipare SOLO LE IMPRESE CON SEDE O UNITA’ LOCALE LOCALIZZATA NELLE ZONE INDICATE DAL BANDO (VEDI ALLEGATI)

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili le seguenti spese funzionali all’esercizio dell’attività:
– Spese per opere edili, murarie e impiantistiche strettamente collegate al progetto. Per i professionisti spesa massima ammissibile 8000 €
– Acquisto arredi. Per i professionisti spesa massima 6000€
– Acquisto impianti strettamente connessi all’esercizio dell’attività, di beni strumentali e di attrezzature
– Acquisto hardware, software licenze per utilizzo software, servizi di cloud computing
– Spese per realizzazione di siti internet ed e-commerce
– Spese per l’acquisto e installazione di impianti per la ricarica dei mezzi elettrici ad uso gratuito da parte dell’utenza che accede al centro storico, alla frazione e/o all’area ammissibile
– Spese per l’acquisto di mezzi di trasporto per es: biciclette, biciclette a pedalata assistita, cargo bike. NO MEZZI TARGATI
– Spese promozionali correlate all’investimento nella misura max del 15 % della somma delle voci precedenti
– Spese tecniche per la progettazione, direzione e collaudo lavori e per la presentazione della domanda nel limite massimo del 10% delle voci precedenti

COMUNI COINVOLTI

Se l’attività è nei centri storici dei 30 comuni del cratere tra cui Carpi, Cavezzo, Mirandola, Novi, Soliera, Ferrara, Guastalla ecc. (Elenco completo)
SOLO LE AREE INCLUSE NEGLI ALLEGATI. Verificare via e numero civico della sede o unità locale dell’impresa/professionista/associazioni no profit, enti no profit, fondazioni no profit

Contributo
Contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo può aumentare del 10% nel caso di rilevanza della presenza femminile e/o giovanile o nel caso di possesso del rating di legalità.
INVESTIMENTO MINIMO 10000 €
Il contributo massimo concedibile non può superare i 150.000 €

BANDO Ripopolamento e rivitalizzazione dei centri storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012

Scheda di Sintesi

A CHI SI RIVOLGE
Il bando si rivolge alle imprese, alle attività professionali, alle associazioni no profit, fondazioni no profit ed enti no profit

SCADENZA
1° finestra, dalle ore 10.00 del giorno 1° marzo 2019, alle ore 13.00 del giorno 28 giugno 2019. ACCOGLIMENTO MAX 400 DOMANDE
2° finestra, dalle ore 10.00 del giorno 13 settembre 2019, alle ore 13.00 del giorno 29 novembre 2019
3° finestra, dalle ore 10.00 del giorno 15 gennaio 2020, alle ore 13.00 del giorno 29 maggio 2020

PROGETTI AMMISSIBILI
I progetti devono prevedere interventi aventi ad oggetto l’insediamento e/o la riqualificazione, l’ammodernamento e/o l’ampliamento delle attività d’impresa, professionali e/o no profit, che prevedano l’accesso diretto al pubblico, in immobili localizzati nelle aree dei centri storici, delle frazioni e/o di altre aree dei comuni indicati nel bando, che abbiano come obiettivo prioritario quello di aumentare l’attrattività dei luoghi e l’aumento dei flussi di persone verso le aree stesse.
Possono partecipare SOLO LE IMPRESE CON SEDE O UNITA’ LOCALE LOCALIZZATA NELLE ZONE INDICATE DAL BANDO (VEDI ALLEGATI)

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili le seguenti spese funzionali all’esercizio dell’attività:

Spese per realizzazione di siti internet ed e-commerce
– Spese per opere edili, murarie e impiantistiche strettamente collegate al progetto. Per i professionisti spesa massima ammissibile 8000 €
– Acquisto arredi. Per i professionisti spesa massima 6000€
– Acquisto impianti strettamente connessi all’esercizio dell’attività, di beni strumentali e di attrezzature
– Acquisto hardware, software licenze per utilizzo software, servizi di cloud computing
– Spese per l’acquisto e installazione di impianti per la ricarica dei mezzi elettrici ad uso gratuito da parte dell’utenza che accede al centro storico, alla frazione e/o all’area ammissibile
– Spese per l’acquisto di mezzi di trasporto per es: biciclette, biciclette a pedalata assistita, cargo bike. NO MEZZI TARGATI
– Spese promozionali correlate all’investimento nella misura max del 15 % della somma delle voci precedenti
– Spese tecniche per la progettazione, direzione e collaudo lavori e per la presentazione della domanda nel limite massimo del 10% delle voci precedenti

COMUNI COINVOLTI
Bondeno, Cento, Ferrara, Terre del Reno (ex Mirabello-Sant’Agostino), Poggio Renatico, Vigarano Mainarda

SOLO LE AREE INCLUSE NEGLI ALLEGATI.
Verificare via e numero civico della sede o unità locale dell’impresa/professionista/associazioni no profit,enti no profit, fondazioni no profit
Contributo Contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo può aumentare del 10% nel caso di rilevanza della presenza femminile e/o giovanile o nel caso di possesso del rating di legalità.

INVESTIMENTO MINIMO 10000 €
Il contributo massimo concedibile non può superare i 150.000 €.

2019-03-20T12:23:48+00:00